Sappiamo quanto è difficile capire cosa bisogna fare quando il tuo animale muore.

Ecco perché abbiamo deciso di spiegarvi quali sono i passaggi dal punto di vista burocratico quando il cane, gatto o un altro animale domestico in generale ci lascia.

La prima cosa da fare se muore un animale è senza dubbio denunciare l’accaduto, qualora non si tratti di eutanasia svolta in un centro veterinario.

Cosa dice la legge?

Secondo la legge, l’animale possiede un microchip che lo identifica, (dal 2020 è obbligatorio anche per il gatto) e per questo risulta necessario farsi rilasciare un certificato di morte da parte del veterinario, che andrà portato all’ASL entro un certo termine.

Qualora il passaggio avvenga presso la vostra dimora è importante capire le cause del decesso, in particolare se si potrebbe trattare di una malattia infettiva, a maggior ragione se si tratta del tuo dolce cane e se negli ultimi 15 giorni ha morso una persona od un altro animale.

In tal caso ti consigliamo di dichiararlo al tuo veterinario.

Cosa fare del corpo dell’animale d’affezione?

Vi sono diverse alternative da poter scegliere e sicuramente molte domande affollano la tua mente in questo momento delicato: A chi posso rivolgermi? Posso seppellire io il mio animale? E’ permessa la domiciliazione delle ceneri di un gatto o di un cane?

Speriamo di esserti utile con i seguenti paragrafi.

La sepoltura degli animali

Seppellire l’animale in giardino

Una scelta potrebbe essere quella di pensare personalmente alla sepoltura dell’animale rispettando assolutamente le regole igienico-sanitarie in quanto il mancato rispetto delle norme prevede una sanzione amministrativa oltre che potrebbe causare danni ambientali ed emotivi.
Per maggiori informazioni vi consigliamo di consultare le indicazioni del Comune di Torino in merito.

Affidarsi ad un cimitero per animali

Tale scelta purtroppo non è tra le più economiche, inoltre passati cinque anni la piccola salma verrà posta in una fossa comune. In ogni regione vi sono dei cimiteri autorizzati per animali dove si può portare il  corpo dell’animale presentando il certificato di morte firmato dal veterinario, se obbligatorio

Se invece desideri un posto al chiuso sereno ed armonioso, senza un ingente esborso economico.